Our Blog

Per ragioni di semplicità nella divulgazione della notizia, abbiamo tradotto l’articolo appena pubblicato su NDTV Londra http://www.ndtv.com/health/first-trial-to-use-umbilical-cord-stem-cells-to-cure-hiv-1236452che riguarda questo caso di grande interesse scientifico, ma come sempre, ci siamo premurati di reperire anche lo studio ufficiale pubblicato su Lancet e reperibile su Pubmed in modo da rendere accessibili tutte le informazioni che lo riguardano.

Segue quindi la traduzione dell’articolo inglese e nell’augurarvi una buona lettura vi invitiamo a seguirci sempre sul nostro BLOG http://www.smartcells.it/blog/

Parte in Spagna il primo trial clinico al mondo volto a trattare cinque pazienti affetti da HIV nei prossimi tre anni grazie a trapianti di sangue cordonale.

Il progetto, prima sperimentazione clinica nel suo genere vuole ricreare il successo riscontrato con Timothy Ray Brown, l’unica persona vivente al mondo completamente guarita dall’HIV e meglio conosciuto come “il paziente di Berlino”.

La settimana scorsa il progetto è stato presentato a Valencia dall’ Organizzazione Nazionale Trapianti (ONT). L’ONT ha selezionato 157 unità di donatori con una mutazione genetica che li rende immuni al virus dell’HIV.

“Il paziente di Berlino”, Brown, era un paziente americano HIV positivo che viveva a Berlino nel 2006 a cui venne diagnosticata all’epoca una leucemia che poteva essere curata solo con un trapianto. Il suo medico decise allora di utilizzare un donatore con una mutazione cellulare resistente all’HIV.

In seguito a due trapianti di cellule staminali provenienti dal midollo osseo del donatore, i livelli di HIV diminuirono drasticamente nel paziente che è tutt’ora libero dal cancro e con tracce del virus che però non si possono replicare.

L’anno scorso una procedura simile è stata messa in atto su un paziente HIV positivo di Barcellona affetto da linfoma, ma essendo morto di cancro poco dopo, non hanno potuto verificare se la scomparsa del virus avrebbe potuto essere a lungo termine.

Per poter capire se i casi dei due pazienti possono essere replicati, la sperimentazione clinica di ONT cercherà pazienti HIV affetti anche da leucemia, linfoma o patologie simili.

Il trattamento sarà più simile a quello utilizzato per il paziente di Barcellona in quanto i medici trapianteranno unità di cellule staminali provenienti da sangue del cordone ombelicale http://www.smartcells.it/service/perche-scegliere-smart-cells/e non staminali da midollo osseo.

I medici sperano di iniziare i trattamenti per i primi pazienti fra dicembre e gennaio a Madrid.

 

Lo studio clinico si intitola : CCR5 Δ32 homozygous cord blood allogeneic transplantation in a patient with HIV: a case report.Duarte RF1Salgado M2Sánchez-Ortega I3Arnan M3Canals C4Domingo-Domenech E3Fernández-de-Sevilla A3González-Barca E3Morón-López S2,Nogues N4Patiño B3Puertas MC2Clotet B5Petz LD6Querol S4Martinez-Picado J7.

Sarà nostra cura aggiornarvi in futuro sul progredire dello studio clinico.

 

Comments ( 0 )

    Leave A Comment

    Your email address will not be published. Required fields are marked *